Utilizzo dell'apprendimento remoto per
Fornire istruzioni in tempi incerti

La pandemia Covid-19 ha sconvolto gli ambienti di apprendimento tradizionali, creando forti incertezze per scuole e università. Come facilitare ambienti di apprendimento che producono risultati positivi per gli studenti, pur mantenendo tutte le parti interessate sane e sicure?

Questo autunno, le scuole e le università in tutto il mondo prevedono di adottare modelli di didattica “presenziale”, “a distanza” o “mista” (Tate, XNUMX). In risposta a questo cambiamento senza precedenti nei modelli di didattica, si dovranno creare e adottare nuove tecnologie. E, per complicare le cose, i distretti scolastici dovranno creare un programma in grado di accomodare i vari modelli proposti (apprendimento presenziale, a distanza e misto).

I distretti scolastici possono risparmiare tempo, risorse ed evitare stress scegliendo l’unico modello didattico ragionevole: l’apprendimento a distanza. In questo documento discuteremo cos’è l’apprendimento a distanza, come mantiene i bambini sicuri, le sfide che l’accompagnano e anche una nuova app innovativa che rende l’apprendimento a distanza ancora più semplice.

L’apprendimento a distanza è la soluzione più sicuraAnimazione del sondaggio

Tra tutti i modelli didattici proposti in seguito all’emergenza Covid-19, l’apprendimento a distanza è l’unico in grado di proteggere insegnanti e bambini (Craig, 2020). Perché? Perché i modelli di apprendimento presenziale o misto mettono studenti, insegnanti e personale di supporto in contatto fisico diretto, il che comporta una maggiore diffusione della malattia. Diciamoci la verità: lo sappiamo tutti che un tipico studente non è un fulgido esempio di igiene. Questo autunno, le scuole e le università che hanno a cuore gli interessi degli studenti sceglieranno l’apprendimento a distanza.

Forse vi chiederete “cos’è l’apprendimento a distanza?”. L’apprendimento a distanza si verifica quando lo studente e l’insegnante (o il programma di formazione) sono separati dal tempo e dalla distanza e pertanto non possono incontrarsi nell’ambiente tradizionale dell’aula (Ray, XNUMX). Appunto per questo l’apprendimento avviene in maniera virtuale. Tipicamente, le informazioni vengono diffuse tramite la tecnologia (e-mail, aree discussioni, conferenze video ecc.) onde evitare che studenti e insegnanti si riuniscano nell’aula. L’apprendimento a distanza può essere sincronico (avviene allo stesso tempo) o asincronico (non avviene allo stesso tempo) ed è anche conosciuto come apprendimento online, eLearning, educazione a distanza, apprendimento virtuale o formazione a distanza.

Capire le sfide dell’apprendimento a distanza

Anche l’apprendimento a distanza ha le proprie sfide (The Learning Network, 2020). La prima sfida consiste nel sormontare il fatto che l’isolamento può compromettere molte strategie didattiche usate nelle aule tradizionali. Se non stiamo attenti, le esperienze di apprendimento collaborativo possono sparire dal programma di formazione e ciò significa che gli allievi non usufruiranno dei vantaggi positivi offerti dal loro coinvolgimento.

La seconda sfida consiste nel fatto che l’apprendimento a distanza può ridurre la motivazione e l’impegno degli studenti. Con tante distrazioni a casa, per gli studenti è difficile concentrarsi sui loro compiti. La terza sfida è quella delle difficoltà di natura tecnica. Se uno studente ha problemi tecnici correlati al software di apprendimento a distanza, al suo computer o alla connessione Internet, non ha a disposizione un tecnico IT in grado di risolvere il problema sul posto.

La quarta sfida consiste nel fatto che l’apprendimento a distanza può comportare un grande dispendio di tempo per gli insegnanti. Ci vuole molto tempo ed energia per tradurre il contenuto ideato per l’istruzione presenziale o mista in un formato adatto all’apprendimento a distanza. La quinta e ultima sfida consiste nel fatto che l’apprendimento a distanza può comportare una diminuzione di responsabilità per gli studenti e gli insegnanti. Molti insegnanti creano il contenuto per l’apprendimento a distanza, lo inviano agli studenti incrociandosi le dita nella speranza che tutto vada bene. A loro volta, molti studenti cercano di finire i compiti senza entusiasmo e alla fine non imparano quasi niente.

Tutti le sfide dell’apprendimento a distanza possono essere mitigate o persino risolte tramite una pianificazione e gestione adeguata e sfruttando le tecnologie giuste (The Learning Network, 2020).

Come gli insegnanti possono prepararsi alla “nuova normalità”

Come possono sfruttare gli insegnanti e gli amministratori l’apprendimento a distanza per assicurare di essere pronti a questa nuova sfida? Usando classroom.cloud, una piattaforma per l’apprendimento e la gestione della classe a distanza facile da usare e a basso costo. Questa soluzione è stata sviluppata da NetSupport per fornire agli insegnanti una serie di strumenti didattici basati su cloud semplici ed efficaci che contribuiscono a offrire e gestire esperienze di apprendimento coinvolgenti e significative a distanza.

Ti ricordi tutte le sfide dell’apprendimento a distanza summenzionate? (The Learning Network, 2020). Ebbene, classroom.cloud può aiutarti a risolverle tutte. Guardiamo come può farlo. Risolve la sfida dell’isolamento permettendo agli studenti di interagire in tempo reale tramite chat o messaggi individuali o di gruppo mentre gli insegnanti possono ottenere un feedback immediato per verificare la comprensione di una materia con i sondaggi di classe. Risolve la sfida della motivazione offrendo agli insegnanti l’opzione di oscurare lo schermo dello studente per ottenere la massima concentrazione mentre spiegano l’attività della lezione. Inoltre, permette agli insegnanti di impostare obiettivi chiari e determinabili, perciò gli studenti sanno quanto tempo devono dedicare a ogni attività, cosa devono completare e quando devono inoltrare i compiti.

Risolve la sfida delle difficoltà tecniche in quanto è facile da preparare, configurare, gestire e usare. classroom.cloud fa praticamente tutto da sé! Gli istituti didattici devono solo accertare che tutti gli studenti possano accedere a un computer affidabile e all’Internet senza problemi.

Risolve la sfida del dispendio di tempo in quanto permette agli insegnanti di usare l’app con le loro piattaforme Microsoft SDS o Google Classroom esistenti, per una massima flessibilità e per risparmiare tempo durante la preparazione delle lezioni guidate dalla tecnologia.

Risolve la sfida della diminuzione di responsabilità in quanto permette agli insegnanti di monitorare, in tempo reale, l’uso del web e delle applicazioni da parte degli studenti per garantire che siano sempre concentrati e di controllare il loro schermo da remoto per offrire istruzioni guidate o per aiutarli se richiedono aiuto. Gli insegnanti possono inoltre contribuire alla salvaguardia e alla concentrazione dei loro studenti con elenchi di siti web e di applicazioni ‘consentiti/e’ o ‘con restrizioni’ per assicurare che gli studenti accedano solo ai siti web pertinenti e che siano protetti da contenuti non adatti.

Queste funzionalità garantiscono che gli studenti non si distraggano e che completino diligentemente i compiti oltre a offrire agli insegnanti gli strumenti di cui hanno bisogno per erogare, gestire e guidare il processo di formazione, rendendoli responsabili al 100% dei risultati positivi dei loro studenti.

classroom.cloud vanta altre funzioni che rendono questa soluzione ideale per erogare e gestire l’apprendimento a distanza. Consente agli insegnanti di connettersi ai dispositivi degli studenti in maniera rapida e semplice usando vari metodi, per un insegnamento e apprendimento immediato.

classroom.cloud è una soluzione scalabile perciò funziona sia nelle scuole più piccole sia nei distretti scolastici più grandi. Offre un supporto multipiattaforma che permette l’uso con un mix di dispositivi per garantire che la scuola sia a prova di futuro e che possa adattarsi al panorama tecnologico in costante evoluzione. E in più, l’interfaccia intuitiva garantisce che insegnanti e studenti imparino ad utilizzare l’app in pochissimo tempo. Tutto questo produce un’esperienza utente senza pari e un alto livello di soddisfazione. Se il tuo distretto scolastico sceglie classroom.cloud per erogare e gestire il suo modello di apprendimento a distanza, riuscirai a otterrete risultati positivi senza precedenti dai tuoi studenti.

Riflessioni finali

Per affrontare la nuova normalità nel settore didattico, le app e gli strumenti usati dalle scuole devono essere flessibili e offrire robuste funzionalità. classroom.cloud corrisponde certamente a questa descrizione poiché consente agli insegnanti di monitorare, controllare e collaborare con gli studenti per erogare lezioni interattive coinvolgenti, che mantengono gli studenti immersi nei loro compiti e sulla via di successo. I professionisti IT apprezzeranno il fatto che la nostra soluzione si integra direttamente con l’infrastruttura esistente, può essere utilizzata in pochi minuti e permette una gestione centralizzata dei dispositivi degli insegnanti e degli studenti, con enormi risparmi di tempo.

I distretti scolastici apprezzeranno il fatto che la piattaforma ha un prezzo basso, è scalabile e offre una chiara configurazione e gestione centralizzata. Se stai cercando una piattaforma per aiutarti a erogare e gestire l’apprendimento a distanza durante questi tempi difficili, classroom.cloud è certamente la soluzione migliore per te. Ha tutti i requisiti, risolve tutti i problemi associati all’apprendimento a distanza e il suo uso sarà apprezzato da tutti i partecipanti. Sfrutta classroom.cloud per gestire il tuo modello di apprendimento a distanza e per ottenere risultati positivi dai tuoi studenti.

Referenze

Craig, R. (2020, 2 aprile). Quello che fanno gli studenti è l'apprendimento remoto, non l'apprendimento online. C'è una differenza.
Estratto il 17 luglio 2020 da Visualizza riferimento - www.edsurge.com

Ray, K. (2020, 31 marzo). Cos'è l'apprendimento remoto?
Estratto il 17 luglio 2020 da Visualizza riferimento - www.techlearning.com

Tate, E. (2020, 10 giugno). Cosa faranno le scuole in autunno? Ecco 4 possibili scenari.
Estratto il 17 luglio 2020 da Visualizza riferimento - www.edsurge.com

La rete di apprendimento. (2020, 9 aprile). Cosa dicono gli studenti sull'apprendimento remoto.
Estratto il 17 luglio 2020 da Visualizza riferimento -www.nytimes.com

Animazione di puntamento

classroom.cloud - facile come ABC...

Sfrutta al massimo la tua tecnologia per la formazione della classe. In solo pochi minuti sarai pronto a erogare l’apprendimento potenziato dalla tecnologia con classroom.cloud!